Tipologie e impieghi delle pietre naturali

Le pietre naturali sono capaci di rendere la tua casa uno spazio unico nel suo genere, un po’ perché la loro origine naturale le rende praticamente dei pezzi unici e rari, un po’ perché si prestano a un tipo di arredamento non convenzionale, anche se all’apparenza formale ed elegante.

Esistono in natura diversi tipi di pietre che trovano impiego poi nella progettazione di abitazioni e luoghi pubblici (come ad esempio ville o piscine). Il motivo per cui si predilige la pietra naturale è semplice: sono materiali durevoli, resistenti e in grado di sopportare ogni tipo di intemperia o cambiamento climatico.

Tra le pietre naturali più diffuse troviamo il marmo, ricavato da rocce compatte a grana fine di natura carbonatica, e il travertino, simile al marmo ma caratterizzato da cavità e ricavato da rocce sedimentarie calcaree.

Il marmo, pietra pregiata assai diffusa per la costruzione di chiese e luoghi di lusso, soprattutto nel passato, è un materiale versatile e resistente, disponibile in differenti tipologie e finiture:

  • Il marmo anticato, che subisce ulteriori lavorazioni per riportarlo a uno stato più “usato”, quasi antico, appunto, grazie alla lavorazione della spazzolatura della superficie (patinato) o grazie al meccanico rotolamento nei buratti con acqua e abrasivi, che determinano l’urtarsi delle marmette e l’ottenimento di una costa irregolare arrotondata e levigata (burattato).
  • Il marmo bocciardato o martellinato, che subisce una lavorazione tale da renderlo più ruvido e perfetto per le superfici esterne poiché antiscivolo;
  • Il marmo levigato, lavorato al punto da diventare lucido o in alternativa satinato, è il marmo per eccellenza, versatile e impiegato soprattutto per pavimentazioni e bagni;
  • Il marmo 3D, con lavorazioni speciali come i disegni OP-STONE e lo Spaccatello.

Tra le pietre naturali più utilizzate c’è il marmo Botticino, un materiale compatto e perfetto per progettazioni sia interne che esterne, come piscine o atrii di ville di lusso, perché estremamente resistente. Allo stesso modo, viene spesso scelto il travertino, ampiamente utilizzato nell’edilizia romana ma tutt’oggi consono allo stile moderno e contemporaneo.